News

MAPPA: nuova filiale per migliorare l’ambiente di lavoro

Sul sito di Architecture Photo sono state pubblicate foto della nuova filiale dello studio MAPPA chiamato “Studio Annex”.
Secondo gli architetti, i materiali della scrivania e lo spazio sono stati progettati con l’intenzione di migliorare l’ambiente di lavoro.

Ultimamente, la mancanza di animatori qualificati sta peggiorando, una delle varie cause è perché le persone qualificate dell’industria sono andate in Cina che si trova in una buona posizione economica. Per garantire il talento, l’ambiente di lavoro deve migliorare e a tal fine ci siamo concentrati sull’uso del legno per le scrivanie e sulla creazione di una sala open space dove le persone possono rinfrescarsi. In futuro stiamo pensando di creare un “villaggio di animatori” che stabiliremo accanto ad un negozio ed un cafè che i fan potranno visitare.

Il nuovo edificio è stato progettato da Key Operation inc.

Il regista della serie di Chainsaw Man, Ryu Nakayama, ha twittato:

Chainsaw Man è fatto qui! È vicino alla stazione e al minimarket e l’interno è bellissimo. Giovani animatori motivati, se siete interessati, lavoriamo insieme! In futuro sto pensando di contattare studenti, nuovi arrivati e persone senza esperienza, quindi non esitate a contattarmi.

La notizia è arrivata tra le recenti preoccupazioni per le cattive condizioni di lavoro

La scorsa settimana, l’animatore Ippei Ichii (Direttore delle animazioni di Zombieland Saga Revenge) ha affermato che agli animatori venivano offerte salari più bassi sulla produzione di un anime Netflix realizzato da MAPPA:

Un produttore ha offerto un pagamento pari a 3800 yen (circa 29€) a cut. Il budget per una serie tv oscilla tra i 3800 e i 7000 yen (circa 53€), dunque, accettando una simile offerta, il prezzo per gli animatori è destinato a scendere. Un consiglio: se ve lo chiedessero, penso che sia meglio cercare di negoziare e provare a ottenere 15000 yen (circa 115 euro) a scena, se non di più.

Per evitare fraintendimenti successivamente lo stesso animatore ha precisato che il suo problema è con Netflix.

A causa di queste affermazioni MAPPA ha rilasciato un comunicato sul loro sito in cui affronta le recenti discussioni su una delle “produzioni ancora non annunciate“, MAPPA ha affermato di non aver mai offerto compensi irragionevoli agli animatori ma ha offerto tariffe eque rispetto al budget del progetto e di non aver mai forzato oppure obbligato gli animatori a lavorare.

A maggio un altro animatore ha condiviso su Twitter di aver lasciato lo studio a causa delle condizioni da “fabbrica”, inoltre ha criticato la decisione dello studio di lavorare su quattro progetti contemporaneamente invece di formare adeguatamente la squadra ed ha aggiunto “Per quanto posso dire, circa l’80% dei dipendenti ha avuto simili lamentele in quel momento“.


Fonte: Anime News Network (1), Anime News Network (2), Anime News Network (3), MAPPA, Architecture Photo
Per altre news clicca qui!

Giampiero
Giampiero
[Founder & Redattore di Anidaily]

Lascia un commento